Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla Newsletter



Login

Sua Santità in viaggio con la competenza - II

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

(segue) Dunque Alitalia, in occasione dell'ultimo volo papale, ha per la prima volta adottato una tecnica comunicativa mirante ad esaltare la competenza dell'equipaggio impegnato nella condotta del volo. Ma cos’è la competenza? E in particolare, come si struttura il modello di competenze su aeromobili civili?


Oltre a competenze professionali specifiche del settore aereo e competenze comportamentali più trasversali, per rivestire un ruolo di comando a bordo si richiedono competenze personali e competenze sociali legate strettamente ai due assi portanti su cui si struttura una compagnia aerea: la cultura della sicurezza (safety) e l’attenzione al cliente.

Per la safety del volo grande rilevanza viene assegnata alla valutazione delle competenze di situation awareness (consapevolezza della situazione) ed alle effettive capacità di comunicazione e coordinamento del leader con tutti i membri del team.

Per l’attenzione al cliente si valutano competenze legate ad esempio alla persuasività e all’empatia. In ambito aeronautico, un’area molto studiata, che si reputa fondamentale per il personale di volo e in particolare per il capo, è quella relativa al tratto della cosiddetta ”assertività”. L’assertività è una predisposizione ad agire stabile, un tratto di personalità.

L’attitudine al comando/assertività, secondo Spencer (1995), si misura su scale, attraverso la presenza di indicatori comportamentali come: assertività nello stabilire limiti, rifiutando quando è necessario, fissare standard, incitare a lavorare ecc.

E’ stato dimostrato che in certi ambienti (per esempio, nella gestione operativa di incidenti nucleari, equipaggi aerei, squadre di emergenza medica) l’assertività dei membri del team può fare la differenza fra la vita e la morte (Morgan, 1989; Prince & Salas, 1993, p. 910).

Alcuni ricercatori, che hanno studiato gli errori commessi dal team dopo un incidente aereo, analizzando le scatole nere, hanno affermato che l’assertività dei membri del gruppo è cruciale per l’effettiva decision making del gruppo (Cannon-Bowers, Salas, & Grossman, 1991; Oser, McCallum, Salas, & Morgan, 1989; Prince & Salas, 1993). Studi specifici condotti sugli equipaggi nel settore aereo (Kimberly, Smith, Salas, 1996) hanno evidenziato l’importanza cruciale dell’assertività nei membri che compongono il team di volo.

Ogni membro del gruppo deve essere in grado di comunicare le proprie opinioni in modo persuasivo per concorrere in modo efficace ai processi di decision making partecipativa. In questo caso l’idea di fondo è che ogni membro ha conoscenze, idee e osservazioni uniche che sono risorse per il gruppo. I comportamenti sottolineati dagli autori per rilevare questo tratto sono: fornire feed back ai membri del team, percepire prontamente ambiguità o potenziali problemi, asserire e mantenere opinioni offrendo potenziali soluzioni, iniziative d’azione, e porgendo e richiedendo assistenza o sostegno quando richiesto.

La responsabilità della decisione finale per quanto riguarda la safety, ovvero l’integrità dell’aeroplano e l’incolumità di tutti i suoi occupanti, spetta al comandante.

L’assertività e la compliance verso i regolamenti possono servire a contenere uno fra i più insidiosi bias nelle decisioni di gruppo e organizzative, il cosiddetto groupthink che venne studiato a partire dal noto evento accaduto a Cuba alla Baia dei Porci. Il “pensiero di gruppo” definisce un modo di mantenere consenso nel piccolo gruppo e dipende dalla forte spinta dei membri a ricercare coesione e armonia, evitando le discussioni. Questa tipologia di errore coinvolge mancata efficienza mentale, incapacità di valutare la realtà, giudizio morale su pressione del gruppo. Viene considerata una vera sindrome dei partecipanti ad un’attività di gruppo (Janis, 1989).

Competenze di teamwork, nella particolare ottica del Crew Resource Management del settore aereo, si ritengono indispensabili sia per la gestione di normali operazioni di volo, sia per fronteggiare condizioni d’emergenza.

Identificare le persone che mettono in atto comportamenti assertivi, per promuovere una leadership partecipativa, è questione vitale per le compagnie aeree.

Questi ed altri comportamenti organizzativi del team in ambito aeronautico civile sono stati messi in luce nel modello di competenze che si presenterà successivamente.

(17 ottobre 2015)

RSS
RSS