AAA piloti cercansi - I PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvana Lovera   

Sono ripartite le selezioni Alitalia per aspiranti piloti di genere femminile e maschile, pregasi astenersi indigenti. Come pre-requisito per accedere alla Flight Training Academy i candidati dovranno infatti possedere un portafoglio a fisarmonica contenente 130.000 euro da investire per frequentare il corso, della durata di 18 mesi.


Fino a circa un decennio fa Alitalia sceglieva e addestrava, a titolo gratuito, piloti che poi tratteneva nei propri organici, ma da alcuni anni gli scenari sono totalmente cambiati.

Alitalia, dopo un periodo di interruzione, ha ripreso a selezionare e formare, ma il costo del brevetto è a carico del pilota che, una volta ottenuta la licenza, si auto-colloca sul mercato del lavoro. Oltre ad essere benestanti di famiglia o ad essere disponibili ad accendere un mutuo, condicio sine qua non, l’annuncio richiede a giovani ambosessi di avere un’età compresa tra 18 e 25 anni, di essere di cittadinanza europea (passaporto UE in corso di validità), di avere un diploma di scuola media superiore, preferibilmente in materie tecnico scientifiche, con votazione non inferiore a 90/100 (il diploma di laurea costituirà titolo preferenziale) di possedere un’ottima e certificata conoscenza della lingua italiana e inglese (minimo Livello B2 scala CEFR)e di godere di un ottimo stato di salute.

Chi si candida per la selezione Cadet Pilot 2018 all’Alitalia Training Academy deve possedere condizioni psichiche idonee per il sicuro esercizio delle prerogative della licenza come viene richiesto da ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) e prima ancora dal regolamento EASA (European Aviation Safety Agency) della Comunità Europea.

La Commission Regulation (EU) No. 1178/2011 (visto il precedente regolamento 216/2008), alla voce AMC1 MED.B.055 dell’Annex to ED Decision, (e s.m.i. Annex 2016) esplicita che i soggetti partecipanti non devono avere disturbi psichiatrici stabilizzati o una diagnosi clinica di schizofrenia, schizotimia o disturbi delusionali in quanto saranno giudicati non idonei. Altri disturbi dell’umore o di personalità, mentali o comportamentali, nevrosi devono essere opportunamente considerati per stabilire l’idoneità allo svolgimento delle mansioni.

Per quanto riguarda AMC1 MED.B.060 ovvero la psicologia del candidato, i richiedenti non devono presentare carenze psicologiche stabilizzate che possano interferire con il sicuro svolgimento delle attività. Inoltre può essere richiesta una valutazione psicologica nell’ambito di una visita specialistica psichiatrica o neurologica, o complementare alla stessa.

Il giovane concorrente ideale deve avere un livello elevato di Abilità Mentali Generali (GMA), capacità di ragionamento logico-matematico, buona intelligenza visuo-spaziale, conoscenze di meteorologia, fisica, predisposizioni psico-attitudinali, caratteristiche di personalità e spinta motivazionale da valutarsi con vari test e colloquio psicologico nell’Assessment Center (AC) della compagnia aerea.

Test e colloquio che, come è logico immaginare, sono attesi con un po’ di ansia dagli aspiranti cadet pilot. (continua)

(1° settembre 2018)