Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla Newsletter



Login

Mamma, la chiavetta non l'ho ritrovata...

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Uno dei problemi tipici di portare con se le proprie informazioni è che il supporto può andare perso o può danneggiarsi. Avere sempre una copia di sicurezza dei propri dati è fondamentale. Nello scorso articolo abbiamo visto come proteggere i nostri dati, ora affronteremo il discorso di come poter fare una copia di sicurezza.

Il backup, o copia di riserva,  indica un'operazione atta a prevenire la perdita dei dati archiviati. L'attività di backup è un aspetto fondamentale della gestione di un computer. In caso di guasti, manomissioni, furti, ecc., bisogna avere una copia dei dati. L’operazione di ripristino delle informazioni memorizzate in un backup è chiamata “Restore”.

Il buonsenso, suggerisce di fare periodicamente un backup delle informazioni su un computer che lasciamo a casa o su un hard disk esterno che rimane al sicuro nella nostra scivania mentre noi giriamo per il mondo (NB: il concetto si applica anche ai nostri palmari e/o cellulari).

Nel nostro articolo affronteremo tre tipi di procedure che rispondono alle nostre esigenze: La duplicazione Totale, il Backup incrementale e la Sincronizzazione dei dati.

 

Duplicazione totale.

La tecnica più semplice. Ogni volta che abbiamo l’esigenza di avere una copia delle informazioni contenute nella nostra pen drive, ne facciamo una copia completa su un altro supporto che lasciamo al sicuro.

 

Backup Incrementale (o differenziale).

La prima volta che un programma di backup effettua un backup incrementale, si comporta come una duplicazione totale. Le volte successive,  il sistem applica degli algoritmi di controllo (solitamente basati sul timestamp) e  confronta le informazioni sulla pendrive rispetto alle informazioni contenute nel supporto di sicurezza. Il sistema memorizzerà nella nostra copia di sicurezza solo le differenze (con evidente risparmio di tempo).

In windows, si può eseguirlo direttamente dal prompt Windows (start/esegui, digitare “cmd” e premere invio) senza installare nessun software:

 

>  xcopy “E:\cartella della pendrive” “D:\cartella backup” /E /H /R /Y /I /D


Il comando su indicato, fa la copia totale della cartella da voi specificata aggiornando sempre tutti i file contenuti nella cartella di backup (Attenzione: se cancellate un archivio sulla pendrive, effettuando il backup, non viene cancellato l’archivio contenuto nella cartella di backup).

 

Sincronizzazione

Più che un vero backup, la sincronizzazione dati permette di sincronizzare due cartelle contenute su due unità distinte in modo che siano sempre identiche tra loro. Esistono molti programmi che possono effettuare questa operazione, ma noi ci focalizzeremo su un prodotto freeware, multipiattaforma che permette di sincronizzare una pendrive con un pc e un pc con un computer remoto. Il software si chiama “Unison File Synchronizer.

Unison File Synchronizer è una applicazione freeware, multipiattaforma (Windows, Linux, Mac ed altre) e multilingua. La sua installazione testuale è semplicissima. Si scarica il software, si decomprime nella cartella di lavoro e la versione testuale è pronto all’uso (Unison-2.32.52 Text.exe) dal prompt dei comandi.

L’uso è immediato, ad esempio, per sincronizzare due cartelle, il comando da eseguire al prompt dei comandi è:

 

> "Unison-2.32.52 Text.exe" “E:\cartella della pendrive” “D:\cartella backup” -auto -batch


Attenzione: a differenza della procedura precedente, con la sincronizzazione, se avete cancellato un archivio, la cancellazione si propagherà nella directory di destinazione.

Per il tutorial sull’applicazione editate “"Unison-2.32.52 Text.exe" -doc tutorial”  dal prompt di comandi.

Per utilizzare l’interfaccia grafica, bisogna avere prima installato le librerie GTK per Windows (link: Se avete un errore di una “dll” non trovata, aggiungere “C:\Program Files\Common Files\GTK\2.0\bin” nella variabile di ambiente PATH (Sistem Settings).  Ulteriori Informazioni si trovano nella pagina dello sviluppatore.

Oltre al programma su indicato, meritano una segnalazione:

DropBox (segnalatoci da Iginio, un nostro lettore che ringraziamo) che permette di sincronizzare gli archivi online ed attraverso i computer in maniera automatica.

Allway Sync: un software liberamente utilizzabile, ma con delle limitazioni sull’uso, scaricabile dal sito per la sincronizzazione di cartelle ed archivi solo per Windows.

Ora, i nostri dati sono protetti ed al sicuro!

(4 aprile 2010)

RSS
RSS