Iscrizione Newsletter

Iscriviti alla Newsletter



Login

Un computer da taschino...

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Abbiamo parlato di diverse soluzioni per poter avere un computer completo installato su una chiavetta e per far si che un sistema sia sicuro e protetto. Esaminiamo in maniera più approfondita un sistema operativo libero basato su linux facile, semplice e alla portata di tutti: Puppy Linux.

Puppy Linux è un sistema libero basato sul sistema operativo open source Linux . La prima release di Puppy linux è stata distribuita nel 2003 da Barry Kauler e da allora ha seguito l'evoluzione tecnologica pur continuando a rispettare i suoi obbiettivi: un sistema operativo semplice, leggero e versatile... e dobbiamo dire che ci sono riusciti perfettamente.

L'intero sistema occupa meno di 100 MB (compresi i programmi di produttiva personale e non solo...) ed è in grado di funzionare su sistemi con requisiti minimi (dal 486DX o superiori) pur mantenendo una fluidità ed una risposta ottima.

E' in grado di funzionare su una pendrive (cosa che vedremo più in dettaglio dopo), un CD, un DVD o un hard disk esterno e l'ultima versione disponibile è la 5.2.0 del 3 Gennaio 2011.

 

 

Come installarlo

Per prima cosa occorre scaricare “Multiboot ISO”, eseguirlo indicando la pendrive su cui vogliamo installare Puppy, selezionare "Opted to download ISO", scegliere "Puppy Linux" tra le opzioni suggerite e seguire le istruzioni.

Al termine del download del file immagine di circa 130MB (scaricabile da qui) ed il completamento della procedura di installazione, il sistema è pronto all'utilizzo.

Effettuare il riavvio del sistema indicando la pendrive come disco di partenza.

 

01_main_window

 

Primo avvio

La partenza avviene in meno di un minuto ed il sistema viene caricato completamente in memoria centrale (RAM) così da ridurre al minimo gli accessi alla pendrive ed essere più veloce.

Al primo avvio viene visualizzato un modulo per le prime personalizzazioni (nome del sistema, paese, il fuso orario, tastiera e la risoluzione dello schermo).

Il desktop è molto semplice: nell'angolo in alto a sinistra ci sono le icone dei programmi fondamentali, in basso a sinistra le memorie di massa riconosciute ed in alto a destra le icone di sistema.

Le icone più importanti sono:

  • "Browse": il sistema non installa un browser, ma lascia la scelta all'utente su quale installare al primo avvio;
  • "setup": serve per configurare manualmente gli eventuali dispositivi di sistema non riconosciuti automaticamente (scheda di rete, scheda audio/video, etc.) ;
  • "connect": attiva la procedura guidata per la connessione ad internet;
  • "quickpet": è il package manager e serve per poter installare altre applicazioni.

 

02_quickpet_window

 

Da "quickpet" è possibile arricchire il sistema con applicazioni come “Videolan” (visualizzazione di contenuti multimediali), Gimp (foto ritocco), Audicity (montaggio audio) e altri ancora (molti dei quali abbiamo già avuto modo di conoscere nei precedenti articoli nella versione per Windows).

Note: Avvolte, alcuni dispositivi di portatili o desktop dell'ultima generazione potrebbero non essere riconosciuti automaticamente (esempio: scheda video o scheda di rete). E' possibile, conoscendone il modello, configurarli manualmente attraverso l'icona setup (sul sito si trova il manuale con la procedura dettagliata)

Al termine delle personalizzazioni riavviate il sistema tramite “Menu->Shutdown->Reboot Computer”.

 

Per poter rendere permanenti le personalizzazioni e le configurazioni appena effettuate, occorre rispondere "save" alle domanda che segue e seguire le istruzioni per la creazione di un profilo per la memorizzazione dei propri dati. La fase è autoesplicativa, ma occorre fare attenzione alla scelta del disco di destinazione per la copia del profilo (scegliete la pendrive) ed alle dimensioni del profilo stesso (raccomandato minimo 512MB).

Importante: il file generato ha l'estensione ".2fs"e può essere copiato e riutilizzato su un altra installazione di Puppy Linux.

Ora siete pronti per lavorare. Al prossimo riavvio avrete una macchina completamente configurata e personalizzata.

 

 

Concludendo, un sistema operativo sicuro, a prova di virus, snello, veloce e personalizzabile. Adatto a scrivere un documento, fare una transazione bancaria in modalità protetta o recuperare i dati da un computer che non vuole partire.

Vi consigliamo di provarlo e se volete scoprire tutte le altre funzionalità provate a "ficcanasare" il tasto "menu" in basso a sinistra o premere il tasto destro del mouse sul desktop...

(21 Febbraio 2011)

 

Puppy Linux (http://puppylinux.org/) è un sistema libero basato sul sistema operativo open source Linux (http://en.wikipedia.org/wiki/Linux). La prima release di Puppy linux è stata distribuita nel 2003 da Barry Kauler e da allora ha seguito l'evoluzione tecnologica pur continuando a rispettare i suoi obbiettivi: un sistema operativo semplice, leggero e versatile... e dobbiamo dire che ci sono riusciti perfettamente.

L'intero sistema occupa meno di 100 MB (compresi i programmi di produttiva personale e non solo...) ed è in grado di funzionare su sistemi con requisiti minimi (dal 486DX o superiori) pur mantenendo una fluidità ed una risposta accettabili.

E' in grado di funzionare su una pendrive (cosa che vedremo più in dettaglio dopo), un CD, un DVD o un hard disk esterno e l'ultima versione disponibile è la 5.2.0 del 3 Gennaio 2011.

 

Come installarlo

Per prima cosa occorre scaricare “Multiboot ISO” (http://www.pendrivelinux.com/boot-multiple-iso-from-usb-multiboot-usb/), eseguirlo indicando la pendrive su cui vogliamo installare Puppy, selezionare "Opted to download ISO", scegliere "Puppy Linux" tra le opzioni suggerite e seguire le istruzioni.

Al termine del download del file immagine di circa 130MB (scaricabile dal link http://distro.ibiblio.org/pub/linux/distributions/puppylinux/puppy-5.2/lupu-520.iso) ed il completamento della procedura di installazione, il sistema è pronto all'utilizzo.

Effettuare il riavvio del sistema indicando la pendrive come disco di partenza.

 

Primo avvio

La partenza avviene in meno di un minuto ed il sistema viene caricato completamente in memoria centrale (RAM) così da ridurre al minimo gli accessi alla pendrive ed essere più veloce.

Al primo avvio viene visualizzato un modulo per le prime personalizzazioni (nome del sistema, paese, il fuso orario, tastiera e la risoluzione dello schermo).

 

Il desktop è molto semplice: nell'angolo in alto a sinistra le icone dei programmi fondamentali, in basso a sinistra le memorie di massa riconosciute ed in alto a destra le icone di sistema.

Le icone più importanti sono:

"Browse": il sistema non installa un browser, ma lascia la scelta all'utente su quale installare al primo avvio;

"setup": serve per configurare manualmente gli eventuali dispositivi di sistema non riconosciuti automaticamente (scheda di rete, scheda audio/video, etc.) ;

"connect": attiva la procedura guidata per la connessione ad internet;

"quickpet": è il package manager e serve per poter installare altre applicazioni.

 

Da "quickpet" è possibile arricchire il sistema con pplicazioni come “Videolan” (visualizzazione di contenuti multimediali), Gimp (foto ritocco), Audicity (montaggio audio) e altri ancora (molti dei quali abbiamo già avuto modo di conoscere nei precedenti articoli nella versione per Windows).

 

Note: Avvolte, alcuni dispositivi di portatili o desktop dell'ultima generazione potrebbero non essere riconosciuti automaticamente (esempio: scheda video o scheda di rete). E' possibile, conoscendone il modello, configurarli manualmente attraverso l'icona setup (sul sito si trova il manuale con la procedura dettagliata http://puppylinux.org/main/Manual-English.htm)

 

Al termine delle personalizzazioni riavviate il sistema tramite “Menu->Shutdown->Reboot Computer”.

Per poter rendere permanenti le personalizzazioni e le configurazioni appena effettuate, occorre rispondere "save" alle domanda che segue e seguire le istruzioni per la creazione di un profilo per la memorizzazione dei propri dati. La fase è autoesplicativa, ma occorre fare attenzione alla scelta del disco di destinazione per la copia del profilo (scegliete la pendrive) ed alle dimensioni del profilo stesso (raccomandato minimo 512MB).

Importante: il file generato avrà l'estensione ".2fs"e può essere copiato per sicurezza e riutilizzato su un altra installazione di Puppy Linux.

Ora siete pronti per lavorare. Al prossimo riavvio avrete una macchina completamente configurata e personalizzata.

 

Concludendo, un sistema operativo sicuro, a prova di virus, snello, veloce e personalizzabile. Adatto a scrivere un documento, fare una transazione bancaria in modalità protetta o recuperare i dati da un computer che non vuole partire.

Vi consigliamo di provarlo e se volete scoprire tutte le altre funzionalità provate a "ficcanasare" il tasto "menu" in basso a sinistra o premere il tasto destro del mouse sul desktop...

 

 

RSS
RSS